Connect with us

Bismark.it – Il magazine su Sicurezza Digitale e Tecnologia

How to

Come guadagnare con Youtube – Realtà e Leggende

Youtube rappresenta attualmente la più grande piattaforma video che grazie a un programma di monetizzazione può far guadagnare qualsiasi persona che abbia volontà e che affronti questo tipo di attività come un vero lavoro e non come un gioco.

In questo articolo affronteremo vari aspetti su come guadagnare su Youtube e le problematiche che comporta lavorare online.

 

GIOCO O LAVORO?

Molti di voi sicuramente avranno letto svariate guide che vi prometttono guadagni facili online , ma la realtà e completamente diversa.

Diventare Youtuber è in tutto per tutto un vero lavoro. Tralasciando il 90% di video prettamente amatoriali o che non raggiungono utenti in modo considerevole rimane un buon 10% che con Youtube è riuscito a crearsi un lavoro e un loro brand.

Chi legge questo articolo conoscerà senz’altro realtà come Favij, Cicciogamer89 , Yotobi e altri che nel tempo son riusciti ad accumulare un numero di iscritti considerevole che gli han permesso di piazzarsi in buone posizioni, grazie ad un lavoro metodico e giornaliero. 

Alcuni di loro riescono a produrre anche 2 3 video al giorno, il che significa che tra registrazione del video , montaggio e varie prendono in pratica l’intera giornata.

Nel 90% dei casi tutti questi ragazzi si son trovati a gestire una vera attività online , nata sempre per gioco e poi trasformato in qualcosa di più serio che comporta l’apertura di una partita iva , il pagamento delle tasse , responsabilità civili e penali su quel che fanno e dicono.

QUANTO GUADAGNO  CON YOUTUBE?

Anche sotto questo lato girano altrettanto fantasie generate dall’illusione di poter diventare ultra-milionari su internet. La realtà come sempre è ben diversa.

Per entrare a far parte del circuito di Monetizzazione di Youtube come primo step dovete aver accumulato un minimo di 10.000 visualizzazioni totali del canale. I Video devono essere originali ,non devono violare copyright altrui e non devono trattare tematiche che riguardino l’odio ,violenza e argomenti che rientrano in queste specificità.

Una volta attivato un account collegato ad Adsense (programma pubblicitario Google), comincerete a vedere fruttare i vostri contenuti.

Il conteggio delle pagine viste / visualizzazioni viene fatto in base ad algoritmi proprietari Google. Per semplificare se un video riesce ad ottenere 400.000 visualizzazioni su Youtube il sistema conteggerà unicamente quelle che sono state monetizzate in cui sono passati spot commerciali e comunque sempre a discrezione tecniche di Google. Un esempio:

400.000 view Youtube > 200.000 Monetizzate ad un ecmp di 1 euro > 200 euro di Guadagno

Logicamente raggiungere alti numeri sta alla vostra bravura ma non pensate di farvi milionari con questo sistema. A quei 200 euro vanno calcolate le tasse e il tempo impiegato e i costi di realizzazione che avete affrontato.

LA REALTA’

La realtà che esistono sicuramente youtubers che hanno realizzato dei guadagni notevoli in particolare gli statunitensi hanno raggiunto cifre milionarie, ma questo grazie al tempo e la bravura accumulata.

I fattori da tenere in considerazione se si vuole affrontare questo tipo di lavoro:

  • Capire il proprio target e non copiare i più famosi. E’ inutile sono un unicum e verreste attaccati tempo 1 giorno da haters. Considerate che il numero di Youtubers che raggiungono una fascia media dai 200.000 utenti sono diventati numerosi.
  • Preparsi Psicologicamente: Affrontare un lavoro del genere tutti i giorni, re-inventarsi ogni giorno non è una cosa che tutti riescono a fare per svariati motivi personali. Affrontare i commenti della comunità a volte non è affatto semplice.
  • Statisticamente su 1000 commenti un buon 10% sono prodotti da haters. E’ sconsigliato a minori di affrontare questo percorso per i motivi descritti.
  • Prepararsi legalmente: Non e’ un gioco e come tutte i lavori online cercate un buon legale che vi sappia supportare. Ricevere una denuncia al giorno d’oggi è diventato molto più semplice in particolare facendo lo Youtuber
  • Ridurre la propria privacy online: Significa che se diventati popolari dovrete affrontare quello che affrontano tutte le persone “VIP”. Violazioni della privacy, succede molto spesso che i “fan” vogliano dimostrare il proprio affetto arrivando a disturbare l’intimità familiare. E’ un prezzo di cui dovete essere a conoscenza. Di seguito un esempio: Clicca qui
  • Affidatevi a circuiti Partner che vi possono aiutare in caso di problemi sia legali che tecnici.
  • Youtube senza chiedervi alcun permesso da un giorno l’alltro può cambiare le proprie regole di monetizzazione , come è successo negli ultimi mesi. E’ un fattore determinante da tenere in conto.
  • Se siete abbastanza grandi create un vostro brand per un’eventuale via d’uscita a Youtube, questo ovviamente sta nella vostra intelligenza. Purtroppo nessuno e tantomeno Youtube vi potrà mai garantire nulla, non firmerete mai alcun contratto.

 

 

CONSIGLI FINALI

Sappiamo che la realtà online è abbastanza cruda e non volevamo crearvi illusioni attira-clic , ma diventare Youtubers comporta una grande mole di lavoro e sacrificio.

Almeno il primo periodo cercate di non prendere troppo sul serio quello che state facendo, valutate i pro e i contro  mediando la vita online e la vita offline.

Sconsigliamo nel modo più assoluto che minori affrontino questo tipo di attività. In caso parlatene con i vostri genitori  per capire la strada giusta da seguire.

Se volete lavorare seriamente abbandonate la vostra “cameretta” e affittate uno studio e dotatevi di una buona attrezzatura video professionale. Youtube cerca questi tipi di profili.

 

VIDEO

In questo video vengono chiariti alcuni aspetti sulla realtà della monetizzazione su Youtube.

 

I Migliori Programmi di montaggio video 2017

I Migliori Programmi di montaggio video 2017 • Bismark.it

Se desideri creare dei video professionali in questo articolo troverai i migliori programmi di montaggio video scelti sia per livello di difficoltà che intuitivi a livello grafico e delle caratteristiche di ogni prodotto. […]

Leggi l’articolo completo

TI Potrebbe Interessare

Continue Reading

More in How to

News

Top News

To Top